Esplora contenuti correlati

Piano di formazione di istituto 2020/2021

Il piano di formazione di istituto per l’a.s. 2020/2021,  oltre alle iniziative formative di ambito, prevede la realizzazione dei seguenti percorsi deliberati dal Collegio dei  docenti:

Progettare la didattica per competenze nella scuola dell’infanzia: analisi e prospettive attraverso la metodologia EAS

Obiettivi
• Conoscere il percorso del concetto di competenza nella normativa attuale di riferimento.
• Applicare i modelli di competenza alla progettazione didattico-educativa.
• Saper organizzare l’ambiente di apprendimento per sostenere la qualità degli apprendimenti, facilitare le relazioni tra pari, promuovere i processi di simbolizzazione e sviluppo di ogni forma di linguaggio.
• Saper valutare il percorso educativo dell’alunno secondo gli ambiti dell’osservazione sistematica.
Contenuti
• significato di competenza.
• Il modello di competenza applicabile alla progettazione didattica.
• Analisi delle problematiche inerenti la definizione degli obiettivi di apprendimento.
• Organizzare l’ambiente di apprendimento per lo sviluppo delle competenze
• L’organizzazione dei tempi e degli spazi di apprendimento.
• Il laboratorio.
• L’osservazione sistematica.
• La relazione educativa.
• Il processo di insegnamento-apprendimento attivo, riflessivo e circolare

Formatore: prof. Vincenza Albano

La didattica per competenze nella scuola primaria: problemi teorici ed applicazioni pratiche.

Obiettivi
• Conoscere l’organizzazione modulare della didattica e il rapporto tra curricolo e moduli
• Saper costruire un modulo quale sezione del curricolo ad alta omogeneità interna
• Saper programmare e attuare moduli didattici lineari e in parallelo
Contenuti
• l’articolazione modulare del monte ore annuale di ciascuna disciplina
• l’articolazione modulare di gruppi di alunni provenienti dalla stessa o da diverse classi o da diversi anni di corso
• l’aggregazione delle discipline in aree e ambiti disciplinari
• moduli a sequenza lineare e moduli in parallelo
• la didattica modulare e la didattica per competenze
• le fasi della programmazione modulare
• rapporto tra moduli e unità didattiche
• organizzazione modulare del curricolo
• obiettivi cognitivi e obiettivi meta

Formatore: Prof. Carmine Gissi

DISLESSIA AMICA. Dislessia Amica Livello Avanzato è un percorso formativo realizzato dall’Associazione Italiana Dislessia (AID) con Fondazione TIM, come promotore e sostenitore del progetto e di intesa con il MIUR. L’obiettivo è proseguire il percorso intrapreso con Dislessia Amica, negli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018, per ampliare le conoscenze e le competenze dei docenti, necessarie a rendere la scuola realmente inclusiva per tutti gli alunni ed in particolar modo per coloro che presentano Disturbi Specifici di Apprendimento. Dislessia Amica Livello Avanzato consiste in un percorso formativo gratuito, su piattaforma e-learning, fruibile da tutti gli Istituti scolastici italiani, statali e paritari, ed accessibile all’intero corpo docente di ogni ordine e grado, dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria di Secondo Grado. Attraverso percorsi metodologici, materiali di approfondimento, indicazioni operative e video lezioni, il corso si propone di orientare la didattica e la struttura organizzativa della scuola al fine di valorizzare ed incentivare modalità e strategie di apprendimento più funzionali per gli alunni con DSA.

CORSO DI ROBOTICA RETE ROBOCUP JR ADADEMY. Il corso di formazione, condotto da docenti esperti, affiancati da tutor d’aula, sarà rivolto a docenti divisi nei quattro ordini di scuola, ognuno dei quali rappresenterà un gruppo di lavoro in modo da rendere la formazione più specifica e rispondente alle peculiarità della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado. Il corso è strutturato secondo i seguenti moduli: MODULO 1 – (6 ore) saranno esplicitate le basi teoriche e i concetti metodologici relativi al pensiero computazionale e alla robotica educativa, in base ai quali l’insegnante ha un obiettivo ben definito: costruire competenze reali nell’allievo e favorire un apprendimento significativo, attraverso una forma mentis strutturata sul problem solving. MODULO 2 – ( 3 ore) si procederà alla presentazione di attività di coding unplugged, ritenute fondamentali per lo sviluppo del pensiero computazionale e propedeutiche alle attività di coding MODULO 3 – ( 3 ore) saranno presentati i robot educativi e le loro potenzialità didattiche Scuola dell’infanzia: Bee Bot, Cubetto, Dok Scuola primaria: Minde designer, Weedo 2.0, Scribbler Scuola secondaria di primo grado: EV3 Mind storm Scuola secondaria di secondo grado: EV 3 Mind storm, Mbot MODULO 4 – ( 18 ore ) in questo modulo si punterà all’operatività attraverso attività laboratoriali.

FORMAZIONE REFERENTI TEAM ANTIBULLISMO E CYBERBULLISMO. Il percorso base di formazione rivolto ai docenti referenti del bullismo e cyberbullismo e ai membri del Team Antibullismo/per l’Emergenza è costituito da 4 corsi progressivi, per un totale di 25 ore formative: CORSO 1 “Bullismo e cyberbullismo: conoscenza, valutazione e indicazioni per la prevenzione” (8 ore); CORSO 2 “Percorsi di prevenzione universale” (7 ore); CORSO 3 “Cyberbullismo: gli aspetti giuridici” (3 ore); CORSO 4 “Percorsi di Prevenzione Indicata” (7 ore). È previsto poi un corso di approfondimento (CORSO 5 “Bullismo basato sul pregiudizio” 4 ore) dedicato alle forme di bullismo basato sul pregiudizio.

TORNIAMO A SCUOLA IN… SICUREZZA. Il percorso formativo è mirato alla acquisizione, da parte di tutto il personale della scuola, delle competenze necessarie per consentire alle scuole di ripartire in sicurezza. Fornisce quindi gli strumenti per la formazione professionale sia collaboratore scolastico che dovrà effettuare le operazioni di pulizia e sanificazione degli ambienti rischio Covid-19, sia del docente che dovrà assicurarsi del rispetto delle norme sulla sanificazione e sull’uso dei dispositivi di protezione, ma anche di tutti gli altri operatori scolastici che sono tenuti a collaborare e rispettare le norme specifiche di emergenza. In sostanza è uno strumento utile anche per i dirigenti scolastici e i direttori dei servizi chiamati a gestire il complesso delle azioni preliminari necessarie per consentire, in tutta sicurezza, l’avvio dell’attività in presenza all’interno degli Istituti di cui sono responsabili.

 

Condividi: